A tutta… birra!

Quello che fa più piacere è raccontare belle storie. Come quella nata nel mondo del microcredito, a Roma, grazie all’instancabile lavoro di Paolo Strano che si è messo in testa un’idea… strana, che sta concretamente realizzando: reinserire nel mondo del lavoro persone che, scontata la pena detentiva, riacquistano la propria libertà.

Per fare ciò, apre una srl (Economia Carceraria srl), avvia una birreria artigianale e poi un pub (Pub & Shop di Economia Carceraria) dove offre lavoro a chi sta per reinsersi nella società, più che inclusiva, molte volte esclusiva (nel senso di escludere).

Ed è qui che incontra il nostro Umberto Russo, volontario a Roma, che mette a disposizione il suo tempo e la sua passione per affiancarli dopo che UniCredit ha loro erogato un microcredito.

Il resto della storia ce la facciamo raccontare da Umberto…

Come sei entrato in contatto con “Economia Carceraria srl”?

Molto semplicemente: dopo aver dato la mia disponibilità a ricoprire il ruolo di tutor UniGens per le microimprese clienti di UniCredit (ottobre 2018), Gualtiero Milana ha organizzato un incontro con Paolo Strano, che con gli altri fisioterapisti che lavorano con lui a Regina Coeli è tra i cofondatori della Onlus, presso la birreria di via Eurialo, a Roma. Mi hanno colpito subito alcune caratteristiche di Economia Carceraria srl: la valenza sociale dell’iniziativa, volta all’inserimento nel mondo del lavoro di persone con un vissuto di esperienza carceraria, la concretezza dell’iniziativa, la capacità di Paolo di sviluppare idee innovative e tradurle in realtà.

In qualità di volontario UniGens, qual è stata la tua prima sensazione quando hai cominciato ad interfacciare una realtà per te nuova?

Ho pensato: vale la “pena” (nello stile di Economia Carceraria!) dedicare parte del mio tempo a questa iniziativa così che la mia esperienza professionale possa tornare utile anche dopo aver lasciato il lavoro.

Ci racconti qualcosa del supporto che dai all’iniziativa?

Innanzitutto ritengo che il ruolo di consulente o tutor UniGens debba essere interpretato come risorsa al servizio e a disposizione delle imprese che intendono avvalersi di questa opportunità. In altri termini, nessuna presenza invasiva di campo, si interviene se e nella misura richiesta dal l’imprenditore. Il mio contributo nei confronti di Paolo è stato di “senior consultant”. In numerosi colloqui  abbiamo analizzato diversi scenari di evoluzione per le attività della società ed ho fornito la mia visione, se vuoi in chiave strategica, sul grado di realizzabilità e possibile esito delle iniziative.

Quanto ritieni che l’Azienda segua i tuoi consigli? Quanto sono consapevoli di quanto sia utile avere accanto un elemento di esperienza come te?

Può essere materia di intervista a Paolo ! Per quanto ho potuto percepire, credo sia apprezzata l’opportunità di confronto e presenza sul campo di risorse (ex) UniCredit, ora UniGens, in veste di consulente.

Qual è il tuo sentiment attuale? Ti senti appagato?

Devo dire che l’impegno UniGens è un tassello che concorre a comporre il quadro delle mie attività attuali, prevalentemente rivolte a passioni ed hobby sviluppati negli anni e che ora hanno la possibilità di dispiegarsi! Proprio l’integrazione tra attività professionalizzanti e sana gestione del tempo libero credo rappresenti un motivo di soddisfazione.

Consiglieresti ad altri Volontari di intraprendere un’esperienza del genere?

Che domanda: certamente si.

Termina qui la chiacchierata con Umberto, curiosi di scoprire come si svilupperà questa eccellente iniziativa!

Per saperne di più

Sito di Economia Carceraria Srl

Pagina Facebook di Economia Carceraria srl

Intervista al co-fondatore Paolo Strano su Newsletter SIB – Region Centro

Video UniCredit

 

 

X